autismo, Uncategorized

L’autismo raccontato da Damiano Tercon

Margherita: “Dami, che cos’è l’autismo?”
Damiano: “L’autismo è una sindrome del comportamento umano (più che sindrome, direi disturbo del comportamento umano) che si manifesta alla nascita di un individuo umano. Chi soffre di questa patologia sono sia uomini che donne: chi ne soffre di più, sono uomini. Autistici non lo si diventa, ma lo si nasce.
Dove vado io per l’autismo dicono che se uno nasce autistico è perché è una combinazione di geni, mentre il nonno Giorgio dice che la scienza non ha ancora capito come mai uno nasce autistico e credo che non l’abbia capito neppure il centro dove vado io in quanto dicono che è una combinazione di geni. 

Chi è autistico non si comporta né bene né male: si comporta diversamente.
Essere autistici non vuol dire comportarsi bene, ma non vuol dire neanche comportarsi male: vuol dire comportarsi diversamente. 

Ci sono autistici di tutti i tipi: autismo grave, autismo lieve, sindrome di Asperger e tanti altri tipi di autismo.

Il mio tipo di autismo si chiama sindrome di Asperger: è un autismo un po’ particolare perché è più leggero del normale; però di preciso non lo so perché dicono che esiste anche la sindrome di Asperger grave. Com’è la mia sindrome di Asperger? Mio babbo dice che è leggera, mia mamma dice che è media. Chi ha ragione dei due e chi ha torto dei due?”

 

Damiano Tercon

damiano tercon e margherita tercon
Damiano Tercon raccont l’autismo a Margherita Tercon (e a tutti gli altri)
autismo

Cos’è per te la musica?

Margherita: “Dami, cos’è per te la musica?”
Damiano: “La musica per me è un modo che ho io per comunicare agli altri e comunicare in generale al di fuori di me, sia alle persone che alle cose. Io sono nato e cresciuto con la musica e quando ero piccolo se la musica non ci fosse stata, avrei pianto!
Mi piace sia ascoltarla che farla.
Quando ero più piccolo ho anche subito il bullismo e la musica era la mia rivincita, la mia liberazione.”

Damiano e Margherita Tercon musica
Damiano e Margherita – cantante lirico autistico
autismo

Per te è importante dire che sei autistico?

Margherita: “Per te è importante dire che sei autistico?”
Damiano: “Sì, per tante ragioni. Primo: perché la prima volta che sono stato visto e riconosciuto autistico è stato all’inizio dell’anno 2005.
Secondo: gli altri non mi capivano.
Terzo: mi autoescludevo.
Quarto: gli altri mi escludevano. 
Quinto: mi dicevano che ero inferiore, soprattutto alle superiori.
Sesto: alle scuole superiori mi deridevano, mi prendevano in giro, mi trattavano male, mi picchiavano e mi facevano il bullismo.
Settimo: potrei essere un aiuto per le famiglie che si ritrovano ad avere un figlio autistico, soprattutto con la Sindrome di Asperger, aggiungendo che in famiglia, genitori, sorelle, nonni, zii e coloro che mi volevano bene mi hanno aiutato e difeso facendo il meglio che potevano.
Ottavo: potrei potrei dire che non c’è da preoccuparsi perché anche gli autistici possono avere una passione come tutti e dei sogni come tutti e che, anche gli autistici, hanno diritto a raggiungere i loro sogni e i loro obiettivi; anche gli autistici possono avere una vita sana e anche gli autistici gravi hanno diritto ad avere una vita sana!”

Damiano e Margherita Tercon

Damiano e Margherita Tercon
Damiano e Margherita Tercon – autismo